Ha fatto il militare a Cuneo



LORENZO BARBERIS

(Avvertenza: quella che segue è una delle mie ormai classiche "parodie del complottismo" in salsa cuneese. Non prendete dunque, mi raccomando, per oro alchemico colato le considerazioni che seguono, ma come un gioco filosofico sul modello del mio amato "Pendolo di Foucault").

"Cuneo Esoterica", nickname di un appassionato di argomenti ermetici di area cuneese, mi ha condiviso questo filmato che non conoscevo.

Si tratta del celebre Video-Meme di Hitler.
L'umorismo politicamente scorretto ha sempre usato il Furher come metafora dei propri nemici politici (a partire dalle vignette contro i professori delle medie), e in linea di massima "nazista" ha sempre indicato qualcuno eccezionalmente pignolo e precisa, come il Grammar Nazi, concetto nato sul Web nel 1995, che è la persona ossessivamente fissata con la correttezza grammaticale.

Questo meme parte da uno spezzone del film tedesco "La Caduta" (2004), relativo alla caduta di Hitler, in cui si vede il Furher assediato nel bunker a Berlino, circondato dai suoi uomini, imbarazzati, che gli devono rivelare l'imminente sconfitta: di fronte alla notizia, Hitler esplode.

Nel 2005 nasce Youtube, e nel 2006 questo filmato diviene uno dei primi video-meme che si diffondono sul Tubo, tra quelli di maggior successo. Inizialmente (2007) è usato in un ambiente più strettamente nerd, per criticare difetti apparentemente minimi di un film, di un videogioco, di un fumetto.

Lo schema diventa questo: i Gerarchi nazisti dicono a Hitler, davanti al personale del Bunker, che un dato prodotto "va abbastanza bene", tranne un "insignificante dettaglio". Hitler infuriato caccia tutti tranne i Gerarchi, e sfoga le sue paranoie contro quel minimo particolare che rovina il tutto.

Nel 2008, una delle prime applicazioni di successo fuori dalla cerchia nerd è legata alla satira su Obama, evento di prima grandezza politica mondiale che si presta, "per contrasto", al meme. Ad esempio qui la scena dove Hitler pretende anche lui un Nobel, dopo che l'hanno dato ad Obama. Questo causa il successo del meme nel 2009, successo che non è ancora declinato.

*

Veniamo all'Hitler cuneese. Siamo al ballottaggio: c’è un candidato della sinistra, che ha alla fine perso, e un candidato “centrista”, che ha poi vinto. Il video viene creato, all'apparenza, come guerrilla propaganda della sinistra.

Curiosamente, però, sui giornali online è stato percepito come un “attacco alla sinistra”, in quanto “nel video si dice che Hitler vota sinistra”. Infatti, nel pubblico più anziano e meno esperto (e il chi fa il video lo sa: “i giovani e gli informati votano sinistra a Cuneo, chiedetevi perché") scatta una equazione pericolosa: “la sinistra usa con superficiale allegria il nazismo come metafora positiva”, rompendo la sacralità antifascista che (specie a Cuneo) dovrebbe presentare. Il candidato di Centro, invece, non fa simili scivoloni: quindi questo video lo avvantaggia. La sinistra quindi viene a presentarlo come un "false flag", insomma.

*

Oltre a questo piano puramente politico, però, alcuni vi hanno letto dei messaggi ermetici. Quando nel film si indica con insistenza Berlino, si nomina Cuneo, posta così come il “Centro del Reich Millenario”. I nazisti, e Hitler in particolare (Indiana Jones docet...) erano ossessionati dai misteri esoterici. Quindi che per loro Cuneo sia così importante può sembrare un’allusione al suo ruolo di “caput mundi” ermetico (valore che io estendo all’intera provincia).

Tra l’altro, quello che è imbarazzante politicamente è il fatto che i nazisti abbiano occupato realmente il cuneese (altrove sarebbe meno problematico): ci fosse un messaggio ermetico sotto, sarebbe: “chiedetevi cosa cercavano i Nazisti a Cuneo” (per Eco, nel Pendolo, è la domanda che uccide Diotallevi e porta alla rovina gli altri, quando cercano di integrare il ruolo dei Nazisti nel Piano: una ossessione di Belbo, che da piccolo ha vissuto la Resistenza nelle Langhe come la sua Occasione Perduta).



Hitler è ossessionato dal fatto che, assolutamente, Cuneo non deve tornare ad un "Democristiano". La colpa dei democristiani è che "costruiranno un Grattacielo" e poi due "Torri Gemelle intorno al Sacro Cuore". Le "Torri Gemelle" sono le colonne interne di una chiesa modernista.

Al gerarca che lo ritiene eccessivo replica "sei così stupido che guardi dal buco della serratura con due occhi" (invece che, correttamente, con un Occhio Solo...): bisogna "votare chi lo fa con il (sacro?) Cuore", e si sottolinea tantissimo l'eccezionalità di Cuneo, che sarà "l'unico posto con un sindaco Democristiano" (ovvero, dello Scudo Crociato).

Il doppio riferimento al Sacro Cuore potrebbe essere un rimando al Graal (cercato, è documentato, dai nazisti in Provenza: e se avessero errato di poco indirizzo?); intorno al "sacro Cuore" vengono elevate "due Torri Gemelle", rimando alle Twin Towers (care al complottismo...) che diventano una sorta di doppia colonna massonica. Unite a un terzo "grattacielo" sembra formarsi una triangolazione attorno al Sacro Cuore, che del resto ha forma triangolare (grosso modo).

Il Cuneo di cui è composta Cuneo stessa, è del resto un diffuso simbolo alchemico (con la punta verso l'alto è la Spada, maschile; con la punta verso il basso è il Calice, femminile, il Graal).

Quindi forse il video è un'allusione (anche inconscia, come dice Jung) al fatto che Cuneo è la custodia del Graal poiché Cuneo è lei stessa il San Graal, il Sacre Coeur, il Sang Real.

*

Torneremo in futuro su altre gustose trouvaille ermetiche di Cuneo Esoterica, consentendo il possessore del profilo, che confermano l'eterna natura "gotica" del cuneese.


Post più popolari