Il Sigillum Cuneensis


LORENZO BARBERIS

Una nuova puntata del mio grande gioco letterario, il "Pendolo di Foucault" del cuneese.

Alcuni post fa avevo osservato come le Sette Sorelle di Cuneo, le sette città della Provincia cuneese, la Granda, potessero essere unite facilmente in una sorta di simbolo che aveva un vago aspetto alchemico. Mi ricordava qualcosa, ma non sapevo più cosa. Oggi l'ho scoperto.


Mi è capitato di recente di imbattermi casualmente in un simbolo che ricordava abbastanza da vicino il simbolo suddetto: si tratta di questo "Sigillum Luciferianum" tratto dal Grimorium Verum, il presunto "vero grimorio" della magia ebraica, la vera Clavicula Salomonis, inclusi gli incantesimi per evocare non solo gli Angeli, ma anche gli Angeli Caduti. Questo sigillo rimanda comunque a una visione "etimologica" di Lucifer come "luci-fero", il Portatore di Luce.

L'opera è composta a Roma, nel '700; falsamente, è presentata come una traduzione operata nel 1517 (1715?) da un "gesuita domenicano" (sic!) di un testo dell'egizio Alibeck di Memphis. Va detto che "gesuita-domenicano" è un'associazione che ha un suo senso a Mondovì, perché nel '500 si erano incontrati in città i due più grandi campioni della controriforma cattolica: il vescovo Ghislieri, futuro papa come San Pio V, domenicano e attuatore della Controriforma tridentina, e il futuro Cardinale Bellarmino, persecutore di Galilei e - in ambito ermetico - dei Rosacroce; gesuita. 

Il sigillo unisce sostanzialmente cinque diversi "cunei", ovvero triangoli esoterici: a parte la "V" in basso, che richiama il "triangolo aperto" in alto nello schema cuneese, troviamo due versioni sovrapposte della "clessidra aperta" del Cuneese: il "simbolo" (se è tale) cuneese è però aperto in alto, e chiuso in basso, al contrario di quanto avviene qui. 


Se ipotizziamo le linee nere come "linee di transizione", il triangolo rosso aperto in basso viene spostato in alto, trasformando in aperto il triangolo alto; simmetricamente, si chiude il triangolo blu in basso; e abbiamo così ottenuto la conformazione voluta.


Non manca, ovviamente, chi ha connesso il simbolo alla Massoneria...


All'Occhio degli Illuminati (in versione rovesciata...)


E, cosa più inquietante, a Google Play. Ho già avuto altrove modo di notare come il simbolo di Gmail è identico al grembiulino massonico: niente di più normale, dunque, che anche per questo simbolo si siano ispirato a un sigillo preesistente.

Difficile interpretare il significato che tutto questo può avere, ma certo è perlomeno curiosa questa coincidenza.

Post più popolari