Andrea Dipré E L'Imitazione Esoterica.


LORENZO BARBERIS.

Disclaimer: pezzo di satira esoterica ispirata al "Pendolo di Foucault".

Visto di recente il nuovo video di Andrea Diprè.
Ora, non voglio farmi prendere da manie di grandezza, ma...
il critico d'arte più famoso del momento mi copia.
Almeno in un aspetto e, ovviamente, volgendolo alla volgarità e al trash come suo solito.

Come noto, Diprè si è recentemente sposato con Sara Tommasi, e ha quindi realizzato, com'era inevitabile, un video con la soubrette.

E nel video entrano evidenti temi esoterici. Vi avrei linkato il video, ma Youtube l'ha già rimosso.

Infatti il video, che si intitola "Nel mio privè", anche per un'ovvia assonanza con Diprè stesso, parla del successo di Diprè, che può permettersi donne (prostitute, particolarmente), alcool e ogni sorta di status symbol nell'esclusivo privè delle migliori discoteche. Anche droga, droga a fiumi: e per questo giustamente Youtube ha censurato il video, rimuovendolo (l'uso di meretrici, pur essendo disdicevole, non è così univocamente illegale in Italia; l'uso della droga invece sì).

Io però non parlerò di questo aspetto, anzi! Mi unisco inoltre alla ferma condanna di qualsiasi esaltazione dell'uso di sostanze psicotrope. Perché va bene non massacrare a colpi di kalashnikov la redazione di un giornale, d'accordo ("Nous sommes Charlie Hebdo", dopotutto) ma un minimo di rigore morale ci vuole.

Fino a qui, dunque, il primo livello.
Ma come sappiamo, il secondo piano di un video esoterico è dato soprattutto dalle immagini
(come nei libri ermetici era dato dalle incisioni piuttosto che dal testo). E di questo credo - penso, spero - di poter parlare.

*

Partiamo dal titolo, per gli amanti dell'esoterismo onomantico, si gioca su un cambio consonantico, come detto, tra Privé e Dipré (anagramma in cui la E mantiene il suo accento, tra l'altro). Dipré, anagrammato, dà Predi, ma anche Perdi, cosa che può aver spinto esotericamente a trasformare la D nella V di Privé, da cui si genera Re-Vip, ma anche Viper, che rende il critico il Serpente Cosmico. Io però sono un po' scettico su questo tipo di analisi ermetica, quindi cerchiamone conferma nel video.

*

Innanzitutto appare una scritta nera: "Dio è morto. (Nietzche)". Che viene sostituita da un'altra: "Io sono ancora vivo. (Dipré)". Il critico-trash quindi riprende una nota battuta (Dio è morto, Nietzche è morto, e nemmeno io sto tanto bene: al posto di Nietzche metteteci Marx, Freud, o un altro proclamatore della "morte degli dei") che ha però un vago sapore iniziatico: Nietzche, autoproclamato "uccisore di Dio" (a Torino, quando ormai era giunto alla follia) si definiva anche come Anticristo, titolo di una sua celebre, ultima opera. In qualche modo, Diprè si mette sottilmente sulle sue tracce.


Il video inizia con una Sara Tommasi in una sorta di stato di trance che balla. La droga, diranno i miei piccoli lettori. Certo, ma non dimentichiamoci che Sara, nel 2012, si è convertita alle tesi complottiste sostenendo di essere controllata tramite un microchip nel cervello; quindi l'aspetto sconclusionato può rimandare all'idea di controllo mentale. 

Subito la sua figura viene divisa in tre: normalmente la scissione dell'Io viene celebrata tramite la bipartizione, ma è comunque comunemente letto come un segno di scissione mentale indotta dal microchip. Sara è inoltre vestita di rosso, come la Donna Scarlatta, la Grande Babilonia dell'Apocalisse.


Arriva quindi Diprè, che sniffa cocaina dal seno di lei, e poi si mette a gettare al pubblico banconote da un dollaro. Ostentazione di potenza da rapper, certo, ma banconote di taglio più grande avrebbero avuto maggior valore in tal senso: il Dollaro, invece, rimanda a George Washington, il grande massone della rivoluzione americana del 1776, l'anno in cui sorgono gli Illuminati. Il Dollaro esoterico, che sul rovescio presenta i simboli iniziatici dell'aquila e della piramide, che in seguito Diprè riprenderà.


Ma qui invece vediamo solo il lato di Washington, per ora.
Anche lo sniffare una polvere bianca dai seni di Sara può avere un rimando esoterico: certo, a un livello ingenuo è un diffuso, esecrabile modo di assumere cocaina, ma l'esoterismo nero cerca da sempre un rovesciato "latte di vergine" occulto dotato di poteri salvifici, opposto al latte della Vergine della religione ufficiale, simbolo della sapienza divina, di cui ha bevuto San Bernardo (il fondatore dei Templari). Ovviamente, per rovesciamento, la "vergine" dell'occultismo è in realtà la "grande prostituta" dell'Apocalisse.



Insomma, Diprè si nutre del "latte di vergine", sebbene in polvere, ed entra in trance: lo vediamo collassato mentre sullo sfondo passa un'ipnotica spirale di cerchi, molto optical.

Anche Diprè viene duplicato: mentre Sara era solo triplicata, Diprè conflagra in infinite copie in completo nero, come gli uomini di Magritte in Golconda, mentre in primo piano trionfa Sara Tommasi.


"Vieni nel mio privè", ovviamente, ha anche un chiaro doppio senso sessuale, evocando le parti intime, private, dell'attrice. Ma potrebbe avere un valore esoterico: qui infatti Sara mima chiaramente un "deep throat", che potrebbe rimandare a "Deep-re". In questo modo, per gli esoteristi che amano questi giochi di parole, Diprè potrebbe essere un "Deep Rex", un "Re Profondo", nascosto. Nascosto all'esterno, ma anche a sé stesso, dato che cade vittima di un sonno profondo, appunto: e il vero Deep Rex sarebbe una delle sue (mille) personalità nascoste.


Appare qui anche l'unica immagine subliminale del video, uno pterodattilo, il dinosauro (ne troveremo molti altri) più vicino a un "Drago" volante. Se Sara è la Grande Prostituta, Deep Rex potrebbe essere così il "Drago dell'Apocalisse" (le cui "sette teste" possono rimandare alle personalità multiple).


Anche dopo, Sara Tommasi appare sveglia, mentre Dipré collassa dopo aver assunto il "latte di Vergine" (Dopo aver messo in mostra il sigillo L-V sul braccio destro - Lucifer Vinces - Sara mette in mostra il tatuaggio della farfalla che ha sulla spalla sinistra, tipico simbolo del controllo mentale degli Illuminati).


La "scena di Titanic" potrebbe richiamare una sorta di rovesciata, duplice "crocifissione", altro simbolismo molto spesso "rovesciato" nell'occultismo "nero". Di solito diviene un rimando a un rito erotico, ma qui è meglio non entrare troppo nel dettaglio.


"Questa farina mi manda in crash", canta Sara, ma appare invece Diprè collassato e - più significativo ancora - alle sue spalle appare il Crash di Windows. Un modo di dire che anche Diprè è controllato tramite un neurochip, forse.


Mentre Diprè è collassato, per il crash del microchip neurale, Sara continua a cantare, come novella Iside (Isis) "Please Come Inside, In My Privee", sullo sfondo delle tre piramidi di Giza, di nuovo simbolo della (sua) triplicità. Vediamo anche una piramide a gradoni, la Torre di Babele dell'Apocalisse.

Troviamo poi un Diprè ciberpunk, vagamente stile Tron, che guida una Kawasaki sullo sfondo di una città futuribile, uscito dal crash in uno stadio ancor maggiore di controllo mentale.


Trionfo di dinosauri, Diprè come il Drago dell'Apocalisse.


E arriva anche l'Occhio degli Illuminati, che conclude di fatto il video con la piena "rivelazione" del valore esoterico di Diprè / Deep Rex.

*

La cosa interessante è che, appunto, questo fenomeno è recente. Diprè come marchio esiste dal 2010, quando tiene le prime interviste legate al mondo artistico, prima di dedicarsi esclusivamente al trash esterno all'arte figurativa. E non ha mai avuto il benché minimo cotè esoterico.

Intendiamoci: coniugare l'esoterismo ai video musicali non è nulla di nuovo. Ma coniugare critica d'arte e indagine dell'esoterismo... quello è un mio marchio di fabbrica. Possibilissimo che Diprè sia arrivato a questa sperimentazione in modo totalmente casuale, naturalmente. Anche perché l'imitazione è, come dice la parola stessa, limitazione. E l'unico hermetical critic, finora, sono io.

Post più popolari