Il delitto è servito


LORENZO BARBERIS.

Bella serata, ieri sera, con una classica Cena con delitto gestita - per la parte teatrale - dal gruppo di cui sopra ho postato la locandina. Il giallo in sé era piuttosto semplice (tre possibili sospettati) ma la recitazione degli attori davvero divertente. Tutti molto bravi: in particolare, notevole Paolo Belletrutti (temuto inviato di Scherzi a parte, ai tempi - per dire - della Tigre di Leo Gullotta, divenuto un archetipo della tv italiana) nel ruolo del "cumenda". Ma, come detto, molto in parte anche Gabriella Porro (il commissario russo), Silvio Zucco (il conte) e la giovane interprete nel doppio ruolo della vittima e della sorella della medesima.



Il cast

Ovviamente, il post l'ho fatto per pubblicizzare questa bella iniziativa, e non per bullarmi del fatto che ho risolto brillantemente il caso. Una rivincita rispetto alla mia ultima e unica altra cena in giallo - vent'anni fa: nel 1995 - dove avevo risolto il caso, ma ero arrivato secondo rispetto a quello che era stato poi proclamato il vincitore.



Un Belletrutti molto Dan Brown.

E come premio, una copia del Codice da Vinci di Dan Brown. Ovviamente possedevo già il volume (in un'altra edizione, quella illustrata) ma un premio perfetto per un appassionato di occulto. E poi credo di possedere l'unico Codice al mondo autografato da Paolo Belletrutti. Son soddisfazioni.

Il logo official


Anche Topolino, nel 3110 in edicola questo mese, ha risolto una cena in giallo.

Quindi, concludo e ribadisco: se amate come me il poliziesco, non fatevi mancare una bella cena con delitto, specie se siete di Torino o se la compagnia dei simpatici omicidi passa dalle vostre parti.

Post più popolari