L'arte della mongolfiera



LORENZO BARBERIS

Riflessione d'inizio d'anno.

Il recente raduno delle mongolfiere di Mondovì (di cui, come ogni anno, ho scritto qualche riga qui, sul blog) si è caratterizzato per un successo apparentemente maggiore del solito: di pubblico, ma anche di condivisione sui social. Il bravo Marco Turco, sull'Unione Monregalese, lancia una provocazione che riprende un discorso da lui spesso sostenuto in varie sedi:

http://www.unionemonregalese.it/Cultura/Mongolfiere-sono-delle-star-e-non-l-abbiamo-capito




Turco (che è anche, va detto, addetto stampa dell'evento: ma il suo endorsement alle mongolfiere va oltre il puro dovere professionale) sostiene in sintesi come il volano delle mongolfiere sia da usare come elemento cruciale dell'immagine monregalese, da coniugare poi ai vari aspetti della promozione turistica. Mentre altri pregevoli aspetti del monregalese - il gotico, il barocco, la gastronomia... - sono in competizione con altri centri, le mongolfiere sarebbero qualcosa di unico, anche grazie alle particolari condizioni climatiche di Mondovì, che la rendono il campo aereo ideale per le mongolfiere. In più è innegabile che, all'unicità, si accompagna un fascino particolare: il colore, l'eleganza surreale dei balloon, il volo come sogno più proibito dell'umanità...


A tale proposito, e qui nasce la mia riflessione, anche l'arte monregalese (di cui sono un marginale, ma costante testimone e recensore) potrebbe darsi un'identità a partire dal tema delle mongolfiere, specialmente se, come è auspicabile, questo elemento diverrà nel futuro sempre più centrale nella costruzione e promozione dell'immagine della città.

Le mongolfiere si prestano per molti aspetti alla promozione dell'arte cittadina: la visione a volo d'uccello del suo patrimonio architettonico (o foto in cui i monumenti sono associati alle mongolfiere stesse) può essere un modo particolare ed efficace di proporlo.


Il museo cittadino principale, quello della Ceramica, ha già fatto alcune esposizioni in cui si sono sperimentate, a margine, contaminazioni tra ceramica e mongolfiere, come nel primo Polvere di Stelle (ne ho scritto qui): un elemento che potrebbe essere accentuato maggiormente, forse, ed esteso in modo proficuo anche al museo della stampa, più periferico e meno valorizzato.



Il "Collisioni" monregalese, nel suo primo anno come "Mondovisioni", si era legato al tema (solo grafico) della Mongolfiera, e si potrebbero sicuramente fare ancora molti altri discorsi. Ma, probabilmente, Turco ha ragione anche su una cosa: in attesa di un "piano strategico" sulla promozione culturale della città elaborato dai piani alti (siamo tra l'altro alle soglie di una campagna elettorale che si annuncia combattuta...), l'ideale è partire dal basso.


Il grande murale realizzato da ArteAtelier ed altri enti (vedi quanto ho scritto qui intervistando l'autore) ha valorizzato anche le mongolfiere. Forse, se il progetto di riqualificazione tramite street art proseguisse, lo si potrebbe tematizzare maggiormente in questo senso.

Gli artisti monregalesi dovrebbero dedicare almeno una propria ricerca al tema delle mongolfiere, che del resto si prestano bene ad essere adattate sia dal più convinto figurativo (basta qualche goccia di colore nel cielo dei propri paesaggi) all'astrattista più radicale (la mongolfiera, in sé, è un cerchio di colore: magari non è cubista, sarà "sferista"). Il surrealismo, poi, ha sempre amato le mongolfiere, da Magritte in giù.

Parimenti, gli spazi d'arte presenti in città, associazioni e locali commerciali dotati di salette d'arte, dovrebbero prediligere nettamente la promozione di queste ricerche, di artisti monregalesi e, magari, anche extra-monregalesi (probabilmente più in una seconda fase).



E questo tralasciando la forma d'arte principe che può interagire con la mongolfieristica: ovvero la fotografia. Non era mancato un tentativo nel 2015 di mostra fotografica tematica sulle mongolfiere in parallelo al raduno, poi non più iterato (ne avevo scritto qui), ma la cosa potrebbe forse diventare più sistematica e costante nel corso dell'anno.

Per conto mio, nei limiti e negli spazi in cui mi sarà possibile, cercherò di tematizzare i miei interventi nell'ambito dell'arte locale sull'argomento delle mongolfiere.


Post più popolari