2017, La Fortezza.


LORENZO BARBERIS.

Avvertenza: post con tracce d'ironia, sullo stile del Pendolo di Foucault.

Ancora un nuovo anno, il decimo di questo blog, iniziato nel 2008. 201 post quest'anno appena passato, settanta in meno del 2015, ma sempre sulla linea degli anni più prolifici.

Una nuova collaborazione di questo 2016 che mi fa molto piacere è quella con Lo Spazio Bianco, la più longeva rivista di critica del fumetto online (nata nel 2002) che in quest'anno ha lanciato il suo blog network. Oltre che con un blog tematico sugli adattamenti letterari a fumetto (Come un romanzo) ho scritto diversi articoli per la testata, in una collaborazione che spero possa continuare.

Molte cose, specie di arte, le ho scritte poi sulla rivista letteraria online del cuneese, Margutte.com che ho collaborato a fondare nel 2013, curandovi poi la rubrica d'arte. Qui i miei post marguttiani: non li ho contati, ma sono comunque numerosi (forse qualcosa in meno degli altri anni).

Si conclude invece il CuNeoGotico, interessante progetto triennale (2013-2016) di valorizzazione del cuneese "gotico" in senso lato, curato dal prof. Enzo Biffi Gentili, il direttore del MIAAO torinese. Un progetto con cui ho collaborato fin dalle origini con particolare piacere, data la sua forte corrispondenza al mio interesse per temi curiosi, esoterici, gotici nell'arte specie del mio territorio.
Il progetto a mio avviso ha lasciato un ricco patrimonio di riscoperta e valorizzazione del territorio che, se opportunamente colto, potrà dare frutti nel tempo.

Ma, tralasciando i bilanci seriosi, e per rispettare invece il gioco letterario proprio di questo blog, sotto quale segno parrebbe svilupparsi quest'anno?



La risposta, forse, ci viene da un misconosciuto film complottistico-cyberpunk del 1992, in Italia tradotto falsamente come "2013 - La Fortezza". Ne ho già parlato qui in occasione del 2013, evidenziandone i rimandi alle fantasie cospirazioniste del New World Order, oggi sempre più di moda. Non sto quindi a ripetermi e rimando all'articolo corrispondente: il cambio di anno, ovviamente, gioca sulle diverse superstizioni. Qui da noi 17 porta male perché è XVII, che si anagramma in VIXI, "vissi, ho vissuto" e quindi, "non vivo più" (andava meglio per il 2016).

In sintesi, comunque, descrive una prigione (e un mondo-prigione) del vicino futuro reso possibile da un perfetto controllo tecnologico sulle persone. Forse per ora il controllo sociale passa più per il black mirror, tra post-truth e griefing, e non per il cavo della connessione mentale, ma sono dettagli.


Curiosamente, in una immagine trovata ieri online, il 2016 veniva celebrato dalla futurologia anni '50 come l'anno che ci avrebbe dato la mind-machine interface, il presupposto su cui si basano i complottardi di The Fortress.






La Fortezza è, tra l'altro, uno degli archetipi dei tarocchi: non nel senso moderno del termine, di fortilizio, ma come equivalente di Forza, indagato fin dal rinascimento da artisti come Botticelli e Mantegna.





Visualmente, l'idea di Fortezza richiama più un archetipo potente come la Torre, che nei Tarocchi è la torre di Babele che crolla per l'hybris dei costruttori, archetipo fondante della SF da Metropolis in poi. Tra l'altro, entrambi i simboli hanno varie connessioni. Intanto, una comune valenza apocalittica: la Forza è la Donna Scarlatta (almeno secondo Crowley), la grande prostituta di Babilonia, associata alla Torre di Babele dove si compivano i suoi riti. La Fortezza appare nell'atto di aprire la bocca di un Leone (il Mega Therion?), mentre la Torre-Fortezza viene scoperchiata di un angolo simile.

Se invece volessimo cercare una corrispondenza numerologica, il 17 corrisponde al XVII degli Arcani Maggiori dei Tarocchi, "La stella", mentre il XIII era la Morte.

Il significato di questi archetipi, ovviamente, va decifrato dalla singola persona. Anche qui, per non ripetermi, due linee guida le trovate qui, a commento degli Urtypes, gli "arcani maggiori" molto sui generis di Urfaut, in un pezzo di qualche anno fa.


E con questo non resta che augurarvi un felice 2017.

Post più popolari