La cultura secondo Patto Civico


LORENZO BARBERIS

Come noto a tutti i monregalesi, Mondovì ha un nuovo sindaco: l'avvocato Paolo Adriano. 48 anni, alla guida di Patto Civico, una coalizione di otto liste civiche di destra, centro e sinistra (triade quasi rappresentata graficamente dal triglifo che ne forma il simbolo). Adriano ha vinto al secondo turno con il 68% dei voti, recuperando anche una parte dei voti del centrosinistra nel confronto con la candidata del centrodestra.

Avevo già letto il programma di Adriano durante la campagna elettorale, ma ora l'ho ripreso dato che, adesso, è il programma del Sindaco della città: almeno per i prossimi cinque anni, il progetto complessivo che Mondovì dovrà seguire per il proprio sviluppo.

Dato che è il mio ambito di interesse, ho letto con particolare cura la parte che riguarda gli interventi culturali. L'impostazione è diversa da quella di Mondovì a Colori (vedi qui), che aveva strutturato il suo progetto per la città sotto un profilo "cartografico" e su tre livelli d'intervento. Il piano culturale di Patto Civico mi sembra svilupparsi invece maggiormente per aree (turistica, musicale, artistica, letteraria...), ognuna con numerosi singoli progetti, più di uno per area, con alcuni progetti "capofila" più significativi accompagnati da altri che paiono minori.


Il programma più ambizioso è probabilmente quello più apertamente turistico, il progetto Infinitum, che punta alla valorizzazione della Chiesa di San Francesco Xaverio a Mondovì Piazza, prima grande opera di Andrea Pozzo, il principale pittore dell'ordine gesuita a fine '600, prima di operare nelle sedi dell'ordine di Roma e Vienna.

Qui il video di presentazione del progetto, curato dal regista Luca Olivieri, che fa parte del Patto Civico:

https://www.facebook.com/paoloadrianosindaco/videos/455079011511765/

Progetto sicuramente seducente, specie grazie all'eccellente presentazione sviluppata da chi opera in quest'ambito a livello professionale. Il riferimento è anche, idealmente, al vicino progetto Magnificat, dedicato al Santuario di Mondovì presso Vicoforte, gestito da Kalatà e strutturato diversamente, ma comunque simile nella valorizzazione innovativa di un bene prestigiosissimo del nostro territorio fino ad allora non comunicato con efficacia.

La difficoltà, ovviamente, sta ora nel realizzarlo e farlo realmente funzionare. Mi pare il progetto di punta della cultura del Patto Civico, quindi credo che l'impegno per metterlo in atto sarà notevole. Al termine del primo mandato, sarà probabilmente un elemento qualificante nella valutazione del quinquennio di Patto Civico, almeno per quanto concerne la cultura.

Un secondo progetto interessante al proposito è quello, ancora meno articolato, sulla Mondovì Sotterranea, quella dei mille cunicoli sotto Piazza; per cui si ipotizza una simile riscoperta e promozione: spesso Patto Civico ne accenna parlando di Infinitum, quasi potesse esserne una potenziale "fase due".


Il secondo progetto più interessante, a mio avviso, è quello musicale, MondoCane, il cui nome è stato anche contestato da alcuni oppositori in quanto sarebbe "poco serio", ma che è in realtà ispirato a un progetto del musicista Mike Patton, del 2007.

L'album, nato grazie a una collaborazione artistica di quest'ultimo con Roy Paci, è uscito il 4 maggio 2010, a conclusione di circa due anni di tour con le canzoni del progetto Mondo Cane e contiene cover di canzoni italiane degli anni '50 e '60.

A Mondovì, MondoCane assumerebbe l'aspetto di una due/tre giorni di cultura musicale d'avanguardia, un modo per ospitare le nuove proposte. Potrebbe essere quindi il progetto capofila di un ripensamento degli eventi musicali monregalesi a regia pubblica. Il Patto, a tale proposito, ha oggettivamente ampie "risorse umane", e il progetto, in ambito culturale, appare quasi speculare a Infinitum, volto a catturare l'interesse di fasce giovanili meno interessate, forse, all'arte barocca (come massa).

*

Dietro questi due progetti, ve ne sono molti altri, accennati sul programma ma potenzialmente altrettanto ambiziosi: la creazione di una Casa delle associazioni, con sede unica condivisa tra le varie associazioni monregalesi; la nascita di una Fondazione Arte e Cultura per raccolte letterarie e artistiche; un Festival della Danza, la creazione di una Città delle Scienze (su questo tema i Licei hanno già un interessante Museo didattico, tra l'altro), la Casa delle Storie per raccogliere memorie diffuse delle persone comuni.

E queste sono cinque aree progettuali che andrebbero create ex novo. Poi, si propone la valorizzazione del Museo Archeologico di Breolungi, il rilancio di Peccati di Gola e Fiera dell'Artigianato, quello della Biblioteca Civica, degli eventi legati alle mongolfiere, la messa in sicurezza del Teatro Sociale e la promozione di un multisala territoriale (mentre, in questi giorni, sul fronte cinema arrivano notizie non positive per Mondovì - vedi qui).

E sono altre sette partite importanti di cui parla il programma: poi ci sono il Museo della Ceramica e il Museo della Stampa, che dovranno sicuramente trovare un posto nella riflessione culturale di PC, l'uso degli spazi mostre pubblici cittadini (Santo Stefano a Breo, Antico Palazzo di Città a Piazza).

Fondamentale sarà poi, è chiaro, la nomina del nuovo Assessore alla Cultura (quasi certamente con altre deleghe: sarà interessante vedere quali), il principale braccio destro del sindaco in questo ambito. Adriano ha deciso di prendersi il massimo tempo possibile per valutare: la creazione della Giunta è un primo atto di grande importanza per tutta la partita successiva.

Insomma, un piano ad ampio raggio: Patto Civico ha, sulla carta, le risorse per affrontare i vari fronti, data la vastità di candidati (anche "forti") schierati a cui si affiancano ulteriori "gruppi di lavoro".  I dati dicono che ha saputo coordinarsi bene sotto il profilo elettorale. Ora la sfida più importante, per il Patto, è traslare questa competenza in ambito amministrativo. Spero sinceramente che ci riescano, per il bene futuro della città.

(Naturalmente, resto come al solito a disposizione di Patto Civico per eventuali precisazioni e integrazioni).

Post più popolari